Jonathan/George

In evidenza

Più che il progetto di un singolo dispositivo Jonathan/George è un sistema operativo e un modello di business.
In coerenza con i principi dell ' economia circolare sostenibile , il progetto Jonathan/George è progettato per raggiungere costi che consentano economie di scala per il compimento dell'intero ciclo operativo e di ottenere risultati nel minor tempo possibile.
Gli obiettivi principali sono: costi il più bassi possibile; nessuna necessità di nuove infrastrutture; nessuna necessità di nuovi mezzi di trasporto; un percorso completo di riciclaggio e, ultimo ma non meno importante, il sogno di salvare il pianeta che amiamo.
Il progetto di Jonathan/George si basa sull'idea di scegliere il container standard come contenitore da riempire con i rifiuti.

Render

Jonathan/George Render by TJP

Jonathan/George

Jonathan/George Render by TJP

Jonathan/George in navigazione

Jonathan/George Render by TJP

Jonathan/George in lavoro

Obiettivi

Economico

Jonathan/George è costruito nel modo più semplice, lineare e razionale possibile, con tutto ma solamente quel che serve a portare a termine la sua missione.

Facile

Facile da imbarcare su una nave madre, una normale porta-container; facile da varare e alare con una gru standard di un porta-container; facile da pilotare nelle fasi di lavoro; facile nella sostituzione del container sotto bordo della nave madre; utilizza la gestione standard dei container sul ponte della nave madre, nel porto di ormeggio, nel trasporto su strada/rotaia verso l'impianto di riciclaggio.

Catamarano

L'assenza di una chiglia centrale evita turbolenze e separazioni della superficie dell'acqua. I sottosistemi per le prestazioni sono installati sotto il ponte della barca, tra gli scafi laterali, dove scorre indisturbata la superficie dell'acqua.

Sempre pulito

Jonathan/George e il suo operatore non si sporcano mai. Tutti i processi accadono sotto il ponte della barca; gli operatori e il loro posto di lavoro sono totalmente separati dagli inquinanti che non vengono mai depositati sul ponte e non devono mai essere manipolati dagli uomini. Il sistema di nastri trasportatori riempie il contenitore, gli uomini devono solo gestire i contenitori con gru.

Economicità sostenibile e circolare

Il "sistema Jonathan/George" realizza completamente il ciclo virtuoso dell'economia circolare e sostenibile con l'obiettivo di rimuovere gli inquinanti dall'ambiente e dare loro una seconda vita e quindi un nuovo valore economico.

Dimensioni

Jonathan/George Render by LP
Jonathan/George Render by LP
Jonathan/George Render by LP
Jonathan/George Render by LP
Jonathan/George Render by LP
Jonathan/George Render by LP

Prestazioni

Raccolta di rifiuti e plastiche

Il recupero della plastica dagli oceani è il principale obiettivo del progetto e del metodo Jonathan/George.
Ci sono due punti a cui prestare attenzione: perché è necessario pulire e cosa fare con la spazzatura raccolta.
La spazzatura galleggiante sulle acque provoca gravi danni all'ecosistema: i pesci la ingeriscono o ne sono intrappolati; la luce del sole è bloccata; le materie plastiche si deteriorano in frammenti sempre più piccoli fino alle microparticelle che vengono ingerite dalla fauna marina per entrare nella catena alimentare umana. Il significato è danno per l'uomo e morte della vita marina.
La consapevolezza del bisogno di prevenzione è in costante aumento nel sentimento sociale e nelle sensibilità amministrative.
Per questi motivi è necessario ripulire il mare il più possibile.
Inoltre la plastica ha un valore economico nella sua vendita agli impianti di riciclaggio e nella successiva reimmissione nel mercato di beni fabbricati con materiali riciclati.
Questi valori economici devono essere considerati nel calcolo del costo di bonifica, senza trascurare il valore meno quantificabile ma immenso della riabilitazione dell'ambiente marino al largo e sottocosta.
La gestione dei rifiuti raccolti è un grosso problema.
Ad oggi, nella maggior parte dei casi, i rifiuti vengono prima depositati sul ponte della nave spazzatrice, poi scaricati su una banchina e quindi movimentati da pale meccaniche per essere caricati su camion o treni per essere trasportati verso impianti di rigenerazione o discariche.

Bonifica da olii galleggianti

Jonathan/George è equipaggiato con il sistema di intercettazione e bonifica "TJP Train" per inquinanti oleosi e ciò consente la rimozione simultanea di rifiuti solidi e inquinanti oleosi.

Salubrità dell'acqua

Jonathan/George è dotato di una centralina automatica per l'analisi continua dell'acqua. I dati raccolti sono in genere: temperatura, pH, ossigeno, chiarezza, salinità, nitriti, nitrati, fosfati, polifosfati, ioni di metalli pesanti, microrganismi patogeni, erbicidi, pesticidi, insetticidi, idrocarburi, ecc. Le centraline sono allestite in collaborazione con l'Università di Verona e il progetto Intcatch a seconda delle richieste dell'utente finale. I dati raccolti vengono trasferiti via wifi in un archivio cloud e quindi gestiti da un software che consente l'archiviazione, la modifica e l'ordinamento.

Dispersione di ossigenanti

Jonathan/George è dotato di un sistema di aspersione per ossigenazione e rivitalizzazione della flora e della fauna acquatiche.

Campionamenti di microparticelle e plankton

La funzione viene svolta con l'installazione di reti per il campionamento di plancton e microplastiche, certificate da ISPRA e ARPA.
Le reti standard sono tessute con filo continuo in Nytal®, hanno una porosità di 335 µm. e terminano con un bussolotto di stoccaggio di 300 ml di volume.
OilKiller, nell'allestimento standard, consente il pescaggio a circa un metro di profondità; con allestimenti speciali si possono superare i 5 metri.

Sottosistemi

Un sistema di nastri trasportatori esegue il caricamento dei rifiuti intercettati. Il sistema ha due posizioni: una per viaggiare e una per lavorare.

Il modello di contenitore è scelto tra quelli con la caratteristica di scaricare l'acqua liberata dai rifiuti caricati.

TJP Train è il sotto-sistema autonomo che esegue la bonifica da derivati idrocarburici.

Centraline d'analisi dell'acqua
Campionatori di microparticelle
Dispersori di ossigenanti
Questi sottosistemi sono forniti da terze parti.

Motorizzazione

Fuoribordo
E' l'allestimento standard.
I fuoribordo possono fornire tutta la potenza necessaria a Jonathan/George. Il principale vantaggio è che sono facilmente sostituibili in caso di malfunzionamenti. In mare aperto sarebbe dannoso dover fermare un battello per eseguire una riparazione. La nave-madre imbarcherà alcuni motori di scorta per veloci sostituzioni in caso di rotture.

Entrobordo
Questo allestimento prevede l'installazione di due entrobordo nelle sezioni poppiere degli scafi.

Ruote a pale
Questa variante risolve il problema della navigazione in acque coperte da rifiuti organici: alghe e vegetali. L'allestimento prevede l'installazione di scafi dotati di ruote a pale e motori entrobordo per il loro azionamento.


Referenze
Fuoribordo OXE Diesel spingono una barca da lavoro sul Tamigi.

Contatti

La tua reazione è per noi preziosa

The Jonathan Project è una SRL in liquidazione
Luigi Perrella, già A.D., è l'attuale incaricato della liquidazione. Turre le comunicazioni da questo sito sono indirizzate a luigi.perrella@gmail.com